Login



S.Vito Positano-Calpazio 3-2 PDF Stampa E-mail
La Calpazio non riesce nell'impresa di battere il Positano e dice addio al sogno di tornare in Eccellenza. Non è bastato l'orgoglio dei nostri ragazzi per raggiungere l'obiettivo, fattori esterni hanno condizionato l'esito della gara, il protagonismo di un ragazzino di Monza mandato allo sbaraglio dai vertici AIA ha vanificato il lavoro di un anno. Ai vincitori facciamo i complimenti anche se abbiamo giocato su un campo da oratorio che non aveva i requisiti per una finale di questa importanza. La responsabilità è anche nostra che dovevamo chiedere ai vertici del C.R.C. di non giocare su quel campo. Purtroppo la lealtà sportiva che contraddistingue la nostra società ancora una volta non ha pagato. Un grazie a tutti i ragazzi per questa straordinaria avventura, grati per aver onorato sempre la nostra maglia.
 
Commenti (1)
1 Lunedì 18 Maggio 2015 14:34
GIOVANNI TRANCHELLA
Non diciamo grazie né per retorica né per buona educazione dopo una sconfitta. Diciamo grazie alla Calpazio rivolgendoci alla squadra e alla società perché tutti,in solido, hanno dimostrato competenza, attaccamento alla squadra e grande capacità organizzativa. Sono questi gli ingredienti che hanno saputo regalare ai capaccesi emozioni a non finire fino all’ultimo minuto (e non è soltanto un modo di dire).
Quando, qualche giorno fa ho detto che il Positano era favorito non era né per scaramanzia né per piangeria né per una presunta superiorità degli avversari che nemmeno conoscevo; mi riferivo naturalmente al vantaggio del Positano di avere due risultati su tre a proprio favore e al fattore campo che già per due volte avevamo sapientemente neutralizzato. Quello che forse non avevamo previsto nel caso di S. Vito Positano era di andare a giocare in una struttura che assomigliava molto di più a una maxi palestra di parrocchia, assolutamente inadatta ad ospitare una partita di calcio di quella portata, e un arbitraggio che, forse condizionato proprio dal tipo di struttura, alla fine ha lasciato insoddisfatte entrambe le tifoserie.
Chissà, forse i supplementari avrebbero potuto dare ancora una volta ragione ai nostri ragazzi che vantavano una straordinaria condizione atletica, ma con i "forse" e con i "ma" non si va da nessuna parte e allora accettiamo con grande serenità il verdetto del campo e rendiamo merito al Positano che ha saputo sfruttare il non trascurabile vantaggio psicologico e regolamentare, capitalizzando al massimo due calci piazzati, anche se nei giorni scorsi hanno dimostrato, a giusta ragione, di temere molto la nostra squadra e soprattutto il nostro mister che già in passato li aveva eliminati.
Tutto ciò ci da la forza di guardare al futuro con molta fiducia, nella convinzione che siamo sulla giusta strada per raggiungere traguardi più ambiziosi. GRAZIE!
Giovanni Tranchella

Ultime Notizie


Calpazio 2014

Questo sito usa cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione in questo sito accetti l'invio dei cookie. Per saperne di più o per cancellarli, leggi qui privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information