Login



L'atto costitutivo dell'U.S. Calpazio PDF Stampa E-mail

L'Unione Sportiva (U.S) Calpazio nasce l'8 novembre del 1963 presso il Convento dei Reverendi Padri Cappuccini di Capaccio. In quella data, infatti, trenta giovani sportivi ed amanti dello sport si riunirono per sottoscrivere l'atto costitutivo della società sportiva, a cui fu posto il nome di U.S. Calpazio-Capaccio, dal nome del monte su cui sorgeva l'antica Capaccio (Capaccio vecchia).

Lo scopo della società era (ed è rimasto nel tempo) quello di diffondere la pratica dello sport ed avviare i giovani verso i settori sportivi per i quali dimostrano maggiore attitudine. Infatti il primo obiettivo della neonata società fu quello di costituire una squadra di calcio per partecipare al campionato giovanile.

Inoltre la società si proponeva di attuare tutte le iniziative necessarie per stabilire saldi vincoli di solidarietà tra la comunità capaccese e gli iscritti e per educare i partecipanti "ad una sana democrazia, intesa come rispetto della persona altri e come collaborazione delle forze che mirano al miglioramento della comunità" (Art. I Statuto dell'U.S. Calpazio).

I colori sociali scelti furono granata e bianco, in onore della Beata Vergine del Granato. La seconda maglia era rosso-blè con pantaloncini bianchi.

I primi consiglieri direttivi dell'U.S. Calpazio furono:

  • Bruno Felice (Presidente)
  • Marino Antonio di Vincenzo (Vice Presidente)
  • Gregorio Carmelo (Segretario)
  • Desiderio Carmelo (Cassiere)
  • Polito Raffaele (Consigliere)
  • Guazzo Giovanni (Consigliere)
  • Taddeo Enrico (Consigliere)
  • Guazzo Vincenzo (Consigliere)
  • Bello Mariano (Consigliere)
Sindaci:
  • Sabia Giuseppe
  • Arenella Mario
  • Rubini Salvatore


 
Commenti (1)
1 Martedì 11 Novembre 2014 23:14
GIOVANNI TRANCHELLA
Ogni storia inizia con un'emozione e finisce solo quando l'emozione lascia il posto all'indifferenza e ciò mi da la convinzione che la storia della Calpazio non finirà mai.
Per ogni volto di queste foto ci sono delle storie da raccontare e delle emozioni da rivivere, si potrebbe scrivere un libro ma qui, anche per ragioni di spazio, posso raccontare le emozioni che mi hanno regalato solo di alcuni di loro presi a caso.
Mi chiedo allora come potrebbe essere possibile non emozionarsi ricordandoci di Salvatore Rubini sapendo che egli, oltre che bravo, aveva una capacità unica di fare sport all'insegna della gioia riuscendo, col suo carisma, a coinvolgere tutti i suoi compagni;
E come potrebbe essere possibile non emozionarsi ricordando il grande Giovanni Tranchella, esempio raro di calciatore capace di concentrare in sé tutti gli ingredienti del campione e cioè Disciplina - Umiltà - Rispetto e Intraprendenza;
Non può certo lasciare indifferenti il leone della squadra, quello che dava sicurezza a tutti, quello che sapeva sacrificarsi per sé e per gli altri, che sapeva dare allegria e distensione alla squadra ma che al momento giusto sapeva alzare anche i toni per dare la sveglia a chi magari si era rilassato un po' troppo, parlo naturalmente dell'unico grande capitano Mimì Voza.
Infine, ma solo per problemi di spazio, non si può non emozionarsi nel pensare all'unico calciatore al mondo capace di terminare una partita con i pantaloncini bianchi come la neve in un campo zeppo di fango e dopo aver infilato per ben tre volte la porta avversaria: un vero incubo per tutte le squadre della provincia e avete già capito tutti che si tratta dell'ineguagliabile Mario Arenella.
La mia storia con la Calpazio e le emozioni che mi ha dato probabilmente le porterò con me nella tomba ma la storia della Calpazio non finirà mai perché continuerà a dare emozioni a chiunque ne difenderà i colori in nome dello sport e in qualunque veste lo faccia.
Un abbraccio a tutti
Vostro
Giovanni Tranchella

Sponsor

Gugliemotti Serramenti

Geny Communications - ADSL wireless e telefono

Centro Distribuzione Sud di Gennaro Rinaldi






Ultime Notizie


Calpazio 2014

Questo sito usa cookie anche di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione in questo sito accetti l'invio dei cookie. Per saperne di più o per cancellarli, leggi qui privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information